Prosegue il processo di integrazione di Banca Sviluppo Tuscia nel costituendo Gruppo Bancario BPL. In data 11 gennaio 2019, la Banca Centrale Europea ha infatti rilasciato il provvedimento di autorizzazione all'acquisizione da parte della Banca Popolare del Lazio di una partecipazione qualificata in Banca Sviluppo Tuscia in esito all'offerta di scambio alla quale hanno aderito n.518 azionisti della Banca Sviluppo Tuscia, portatori di n. 10.082 azioni, con una adesione pari al 67,31% delle azioni in circolazione.

L'effettivo scambio delle azioni è sottoposto alle condizioni della ricezione dei provvedimenti di accertamento, rilasciati dalla Banca d'Italia, riguardo le modificazioni statutarie sia della Banca Sviluppo Tuscia, sia della Banca Popolare del Lazio, nonché agli altri adempimenti amministrativi connessi all'offerta di scambio; l'integrazione di Banca Sviluppo Tuscia nel costituendo Gruppo Bancario seguirà quindi all'adempimento di tali obblighi.

(GD - www.ftaonline.com)