Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Sondrio, società cooperativa per azioni, ha oggi esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2019.

  • Risultato netto di periodo pari a 123,2 milioni di euro, in crescita del 57,1%
  • ROE al 6,1%
  • CET1 Ratio fully?phased al 15,9%, Total Capital Ratio al 18,7%
  • Nuove erogazioni di prestiti a famiglie e imprese pari a oltre 2,6 miliardi di euro
  • Ben avviati i lavori per la cessione di 1 miliardo di euro di NPL

"Gli ottimi risultati del trimestre, che riflettono in particolar modo la strutturale diminuzione del costo del credito e il positivo andamento dei mercati finanziari, ci permettono di migliorare ulteriormente la solidità patrimoniale e le prospettive reddituali. Preso atto della mancata autorizzazione della BCE all'acquisizione della Cassa di Risparmio di Cento, rimaniamo focalizzati sul rafforzamento del posizionamento competitivo del Gruppo e sull'attuazione del processo di derisking, a beneficio di clienti e azionisti." [Mario Alberto Pedranzini Consigliere delegato e Direttore Generale della Banca Popolare di Sondrio]

(RV - www.ftaonline.com)