A Piazza Affari anche la seduta odierna è vissuta in positivo da Poste Italiane che, dopo essere salito in controtendenza di quasi il 2% venerdì scorso, reagendo in seguito a sei giornate consecutive in calo, continua a spingersi in avanti oggi.

Poste Italiane sale ancora e sovraperforma il Ftse Mib

Il titolo, che mostra più forza del Ftse Mib, negli ultimi minuti viene fotografato a 7,878 euro, con un rialzo dell'1,63% e oltre 2 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4 milioni di pezzi.

Poste Italiane continua a salire con il mercato che apprezza i conti del secondo trimestre diffusi dalla società venerdì scorso.

Poste Italiane: bene trimestrale. Aumenta visibilità dividendo

Per gli analisti di Equita SIM la performance del secondo trimestre a livello di gruppo aumenta la visibilità del dividendo perché, in base ai loro calcoli, soltanto un utile consolidato intorno a 700 milioni di euro potrebbe mettere a rischio la distribuzione, che da piano prevede un aumento del dividendo del 5% a 48,6 centesimi di euro, perché implicherebbe un payout di circa il 100%. 

Poste Italia: importante conferma politica dividendi. Equita dice buy

In una nota diffusa oggi Equita SIM evidenzia che il principale messaggio emerso durante la conference call sul secondo riguarda proprio la conferma della politica dei dividendi, in attesa dell’aggiornamento del piano industriale previsto a fine anno.

Con riferimento al nuovo business plan gli analisti evidenziano che prevederà, fra le altre iniziative, una review strategica del portafoglio immobiliare strumentale.

Confermata intanto la view bullish di Equita SIM che su Poste Italiane ribadisce la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 10,3 euro.