Poste ha ritracciato con il massimo del 25 marzo a 8,25 il 38,2% (percentuale di Fibonacci) del ribasso dal top del 19 febbraio. La reazione per il momento è stata troppo esigua perchè di possa parlare di inversione al rialzo, il rischio di nuovi cali resta elevato. Solo oltre 8,25 atteso il test di 8,85 (50% di ritracciamento) e di 9,19, gap del 9 marzo. Sotto 7,21, base del gap rialzista del 24 marzo, rischio di ritorno sui minimi di marzo a 6,10 euro.

(AM - www.ftaonline.com)