In calo sull'Ice i prezzi del greggio dopo allunghi intraday su livelli che non si vedevano da metà novembre.
Il future sul Brent cede lo 0,42% e si riporta a 68,21 dollari al barile. In calo dello 0,65% anche il future sul WTI, che passa di mano a 59,84 dollari. Per il Brent quota 69,56 dollari al barile significherebbe aver recuperato metà del pesante ribasso subito tra i massimi dello scorso ottobre e i minimi di inizio anno. Per il WTI questo discrimine è da porre a 61 dollari.

Da segnalare che, mentre il petrolio riduce i guadagni, il dollaro recupera parte delle perdite subite ieri dopo i segnali dovish della Fed. Il dollar index segna infatti un rialzo dello 0,46% a 96,19, ma viaggia ancora ben al di sotto dei livelli dell'altro ieri (circa 96,38).

(GD - www.ftaonline.com)