Prima Industrie (-0,12%) ripiana le perdite della mattinata disegnando sul grafico giornaliero un "hammer" a ridosso della media mobile a 50 giorni, in transito a 16,21 circa. La tenuta di questo limite si dimostrerà fondamentale per scongiurare ulteriori cali verso 15,52 euro, minimo del 6 gennaio e base del doppio massimo disegnato tra dicembre e gennaio da 18,10 euro.

(CC - www.ftaonline.com)