Bund Future in consolidamento poco sotto i massimi storici. Le quotazioni oscillano lateralmente al di sotto del top del 17 agosto a 161,33 non distante dai record di maggio a 161,52 (valore rettificato), dimostrando di possedere ancora energie per prolungare il movimento in direzione di obiettivi ambiziosi. L'energia scaturita dalla rottura al rialzo dell'ampia fase laterale disegnata dai prezzi tra la fine del 2016 e la metà del 2018 nell'intervallo 152-158,20 euro potrebbe non essersi ancora esaurita: il movimento partito a febbraio 2018 potrebbe quindi estendersi verso area 163, sopra quei livelli si aprirebbero poi spazi di crescita fino a 166 almeno. Discese fino a testare dall'alto il limite superiore della fascia in area 158,20/158,50, dove transita anche la media mobile a 100 giorni, non danneggerebbero l'uptrend. Sotto quei livelli potrebbero invece svilupparsi cali verso 157 e 155,20, minimo di maggio

(CC - www.ftaonline.com)