Con la seduta odierna sale a quattro il numero di sessioni consecutive al rialzo per Prysmian che, dopo aver messo a segno un rally di quasi il 6,5% ieri, quest'oggi si è mostrato estremamente più cauto. Il titolo si è fermato a 19,71 euro, con un progresso dello 0,36% e oltre 1,2 milioni di azioni transitate sul mercato, oltre la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a poco più di 1 milione di azioni. 
La Commissione Europea ha approvato il piano nazionale italiano da circa 4 miliardi di euro per la banda larga ad alta velocità, stabilendo che è in linea con le norme sugli aiuti di Stato. Il piano prevede entro il 2022 di portare anche nelle aree a fallimento di mercato l’accesso a internet con connettività fino a 100 Mbit, senza falsare indebitamente la concorrenza. Lo Stato italiano finanzierà completamente la nuova infrastruttura.
Secondo gli analisti di Equita SIM si tratta di una buona notizia per Prysmian, perchè a loro dire il mercato italiano dei cavi in fibra ottica ha un forte potenziale grazie all’avvio degli investimenti annunciati di recente.
Oggi conta tra 2,5-3 milioni di km di cavi in fibra ottica rispetto ad esempio agli oltre 6 milioni del mercato francese, e Prysmian è ottimamente posizionata per beneficiarne.
Con fermata la view positiva sul titolo che per la SIM milanese resta da acquistare con un prezzo obiettivo a 24 euro.