Quadro grafico incerto per Ubi Banca (+0,04%) che potrà migliorare solo con il ritorno in pianta stabile al di sopra di quota 2,66/2,70, media mobile esponenziale a 200 sedute e trend line che scende dai top di maggio 2018. Oltre 2,86 segnali di forza validi nel medio lungo termine. Diversamente permarranno elevati i rischi di una rivisitazione di 2,43 e 2,24 euro.

(CC - www.ftaonline.com)