Reddito di cittadinanza, rischio sospensione pagamenti a ottobre: arrivano, in linea con le tempistiche indicate dall'Inps, i messaggi (SMS e/o mail) contenenti le informazioni con cui i primi beneficiari del sussidio, quelli che hanno fatto presentato domanda a marzo, saranno chiamati da oggi ad integrare nuova documentazione se non vogliono rimanere senza ricarica alla fine di questo mese.

Per tutti coloro che non avessero ricevuto il messaggio, segnaliamo, in accordo con l'avviso pubblicato ieri dall'ente previdenziale, che se sms e/o mail non arrivano entro lunedì 7 ottobre è perché il contatto non è corretto: se dunque non arriverà nulla per quella data, chi ha fatto domanda a marzo potrà dal 14 ottobre rivolgersi alla sede Inps competente, che può intervenire per correggerlo.

Ricordiamo che nei messaggi in arrivo oggi si troveranno le istruzioni, e soprattutto un codice alfanumerico con cui accedere alla procedura online per la "Sottoscrizione delle dichiarazioni aggiornate riferite alla domanda di RdC/PdC". Procedura che a giudicare dai primi commenti dei percettori di Rdc e Pdc lasciati sui canali social dell'Inps appare peraltro molto semplice.