Reddito di cittadinanza, rischio sospensione pagamenti: cosa bisogna fare per evitarlo e 4 date da tenere a mente per non perdere Rdc e Pdc a ottobre. Sulla sua pagina Facebook, l'Inps ha fornito oggi nuove informazioni su come dovranno comportarsi nelle prossime ore i numerosi beneficiari del sussidio che hanno presentato domanda a marzo, chiamati da domani ad integrare nuova documentazione se non vogliono rimanere senza ricarica alla fine di questo mese.

"Attenzione!", scrive l'ente previdenziale su Inps per la Famiglia, "Ulteriore chiarimento dalla Direzione: gli sms e le mail arriveranno dal 4 ottobre (prima data) per TUTTI coloro che hanno fatto domanda per RdC e PdC a marzo. Se sms e/o mail non arrivano entro lunedì è perché il contatto non è corretto. Se non ricevete nulla per lunedì 7 ottobre (seconda data), e avete fatto domanda a marzo, dal 14 ottobre (terza data) potrete rivolgervi alla sede Inps competente che può intervenire per correggerlo.

Il riferimento è al messaggio (SMS e/o mail) che, a partire appunto da domani, tutti i percettori di Rdc/Pdc interessati dovrebbero ricevere presso il loro recapito che hanno fornito quando hanno presentato la richiesta per avere la misura di sostegno al Reddito: messaggio dove si troveranno indicazioni e istruzioni, e soprattutto un codice alfanumerico con cui accedere alla procedura online, per la "Sottoscrizione delle dichiarazioni aggiornate riferite alla domanda di RdC/PdC", a QUESTA pagina ora funzionante (ancora questa mattina, il link risultava inattivo) - Cliccare il tasto in basso a destra per proseguire la lettura