Ribasso deciso per il Dax in avvio di ottava. Il Dax ha avviato una fase ribassista dopo aver toccato con i massimi di settimana scorsa a 12310 punti il 78,6% di ritracciamento del ribasso dal top del 3 maggio. La mancata rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci costringe a considerare il tentativo di rimbalzo visto dai minimi del 13 maggio come un elemento correttivo, quindi di natura temporanea, incapace di invertire la precedente tendenza ribassista. I prezzi si mantengono pero' per il momento al di sopra del supporto critico degli 11910 punti, dove transita la base del canale crescente disegnato dai minimi di fine dicembre, supporto coincidente con la media mobile semplice a 50 giorni. La violazione di area 11910 sarebbe in indizio di debolezza grave dal quale potrebbe derivare l'avvio di una correzione estesa di tutto il rialzo in atto dai minimi di fine 2018. Primo obiettivo in quel caso a 11777, base del gap del 3 aprile, poi a 11549, base del gap del 1° aprile. La tenuta di 11910 dovrebbe invece essere seguita dalla rottura di 12150 almeno per poter lasciare spazio ad un nuovo test dei 12300 punti. Oltre quei livelli atteso un nuovo test della resistenza di area 12435/40.

(AM - www.ftaonline.com)