HSBC ha presentato oggi Trade Navigator, la più completa analisi sul commercio internazionale che ha coinvolto 200 aziende in Italia e oltre 8.500 aziende in 34 mercati del mondo, condotta da Kantar TNS nel periodo tra agosto e settembre 2018.

Alcuni highlights della ricerca HSBC Italy Navigator:

  • circa il 90% delle imprese italiane è ottimista sull'andamento futuro del commercio
  • il 44% delle aziende intervistate ha già investito in innovazione digitale per aumentare l'efficienza operativa

I risultati mostrano come le aziende italiane rimangono ottimiste sulle prospettive future per il commercio, nonostante il rallentamento in atto nell'economia globale e la convinzione della maggior parte degli intervistati del crescente protezionismo da parte dei governi stranieri verso le aziende locali.

Gerd Pircher, Legale Rappresentante e CEO di HSBC Italia, ha commentato_:__ "La forza e la resilienza delle imprese italiane si basano sui valori del "Made in Italy" che, affiancati ad investimenti consistenti in tecnologia e sostenibilità, permetteranno alle aziende italiane di essere competitive e di avere successo a livello internazionale"._

*Il commercio come fattore chiave per il successo: i primi 3 mercati in cui le aziende italiane cercano di espandere il proprio business. *

Secondo la ricerca HSBC Italy Navigator, nove intervistati su dieci (87%) ritengono che la propria azienda avrà successo nell'attuale contesto commerciale internazionale e un numero leggermente inferiore (76%) si dice ottimista circa la situazione del Paese. Tra i fattori chiave più citati a sostegno dell'ottimismo delle imprese italiane, la ricerca evidenzia una sana crescita economica globale, la fiducia dei consumatori e una forte economia interna. Per contro, tra le preoccupazioni citate più frequentemente dalle aziende caratterizzate da una visione più negativa troviamo quelle legate ai dazi doganali e alla disputa USA-Cina.