La società Giuseppe Saleri, controllante di Sabaf, leader nella produzione di componenti per apparecchi domestici per la cottura a gas le cui azioni sono quotate presso il segmento STAR del Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana e Quaestio Capital Management SGR, per conto di Italian Growth Fund, comparto del fondo Quamvis SCA Sicav-FIS (collettivamente, "Quaestio"), comunicano di aver stipulato in data odierna un accordo per la cessione di n. 2.306.690 azioni ordinarie di Sabaf, rappresentative del 20% del capitale sociale di Sabaf, per un corrispettivo complessivo di circa Euro 26,8 milioni, pari a Euro 11,60 per azione (l'"Operazione").

Al termine dell'Operazione, Saleri rimarrà l'azionista di maggioranza relativa di Sabaf con una quota del 30,7% circa del capitale sociale di quest'ultima, mantenendo il controllo di fatto solitario di Sabaf.

L'esecuzione dell'Operazione è sospensivamente condizionata all'ottenimento del consenso da parte degli istituti bancari creditori di Saleri alla cancellazione dei pegni che gravano sulle azioni oggetto della compravendita. Qualora l'esecuzione dell'Operazione non avvenisse entro il 31 marzo 2016, l'accordo di compravendita si intenderà risolto.

Nell'ambito dell'Operazione le parti hanno anche stipulato un patto parasociale (il "Patto Parasociale") che diverrà efficace solo contestualmente all'esecuzione dell'Operazione e che prevede:

(i) che all'assemblea di Sabaf che verrà convocata per l'approvazione del bilancio per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2015 sia inserita all'ordine del giorno la proposta di nomina di un amministratore di designazione dell'acquirente, previo incremento del numero dei componenti del consiglio di amministrazione dagli attuali 11 (undici) a 12 (dodici) e che le parti votino a favore di tali proposte;