Sabaf S.p.A. comunica di aver stipulato un accordo con il Signor Loris Gasparini e la Signora Roberta Calore, soci di ARC s.r.l., con sede in Campodarsego (PD) ("ARC"), società leader in Italia nella produzione di bruciatori per la cottura professionale, per l'acquisizione di una quota rappresentativa del 70% del capitale sociale di ARC, per un corrispettivo complessivo di Euro 4.800.000,00 (l' "Operazione"). L'operazione permetterà a Sabaf di entrare in un nuovo settore, contiguo a quello tradizionale dei componenti per apparecchi domestici per la cottura a gas, e di valorizzare la consolidata presenza internazionale del Gruppo. L'esecuzione dell'Operazione, che non è sottoposta a condizioni sospensive, è prevista entro la fine del corrente mese. Il corrispettivo sarà pagato da Sabaf in un'unica soluzione contestualmente all'esecuzione dell'operazione e finanziato tramite un mutuo chirografario di durata quinquennale. L'accordo prevede la permanenza del Signor Loris Gasparini alla guida di ARC in qualità di amministratore delegato per un periodo di 5 anni, al termine del quale saranno esercitabili un'opzione di acquisto in favore di Sabaf per il residuo 30% del capitale sociale di ARC e una contestuale opzione di vendita in favore di Loris Gasparini. La valorizzazione di tale quota sarà effettuata secondo criteri predefiniti ed allineati a quelli utilizzati per la determinazione del prezzo per l'acquisto della quota del 70%. ARC ha chiuso l'esercizio 2015 con vendite pari a 4,4 milioni di euro, un margine operativo lordo (EBITDA) di 0,9 milioni di euro e un utile netto di 0,6 milioni di euro. Al 31 dicembre 2015 il patrimonio netto era pari a 3,1 milioni di euro e la posizione finanziaria netta era positiva per 2,6 milioni di euro. Alberto Bartoli, Amministratore Delegato di Sabaf S.p.A., ha così commentato l'accordo raggiunto: "ARC è una società molto ben gestita, con un prodotto eccellente che ha notevoli potenzialità di crescita all'estero. Con Loris Gasparini abbiamo condiviso un percorso di sviluppo finalizzato a raggiungere la leadership mondiale nella componentistica per la cottura professionale." "Valuteremo la possibilità di ulteriori acquisizioni - ha concluso Bartoli – replicando lo schema di questa operazione, che prevede l'ingresso di Sabaf con una quota di maggioranza e la continuità della gestione operativa in capo all'imprenditore".