Il Consiglio di Amministrazione di Sabaf S.p.A. si è riunito oggi a Ospitaletto (BS) per approvare il resoconto intermedio di gestione al 31 dicembre 2017.

• Nel quarto trimestre ricavi a 37,4 milioni di euro (+13,8%); EBITDA a 6,9 milioni di euro (+6,8%); EBIT a 3,7 milioni di euro (+17,4%); risultato netto a 4,6 milioni di euro (+70,3%)
• Nell'intero esercizio 2017 ricavi a 150,2 milioni di euro (+14,7%); EBITDA a 31 milioni di euro (+22%); EBIT a 18,1 milioni di euro (+44,9%); risultato netto a 14,8 milioni di euro (+64,9%)

Investimenti e situazione finanziaria
Gli investimenti del quarto trimestre sono stati pari a 3,3 milioni di euro, portando il totale degli investimenti dell'anno a 13,9 milioni di euro (11,8 milioni di euro nel 2016). Al 31 dicembre 2017 l'indebitamento finanziario netto era di 25,5 milioni di euro, rispetto ai 27,7 milioni di euro del 30 settembre 2017 e ai 23,5 milioni di euro del 31 dicembre 2016.

Prevedibile evoluzione della gestione
L'avvio del 2018 evidenzia un moderato incremento delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2017. Dopo un anno caratterizzato da un tasso di crescita nettamente superiore al trend medio degli ultimi esercizi e nonostante lo scenario competitivo rimanga ancora impegnativo, il Gruppo stima per l'intero esercizio 2018 di potere raggiungere ricavi in aumento tra il 3% e il 5% rispetto al 2017. Il Gruppo ritiene inoltre che l'adeguamento dei prezzi di vendita e gli ulteriori miglioramenti dell'efficienza gestionale consentiranno di bilanciare gli impatti negativi legati all'indebolimento del dollaro e all'aumento dei prezzi delle materie prime, e stima pertanto una redditività operativa (EBITDA%) in linea con il 2017. Qualora la situazione economica subisca significative variazioni, i valori consuntivi potrebbero discostarsi dai dati previsionali.