Sabaf S.p.A. comunica che i dati preconsuntivi consolidati del primo trimestre 2016 evidenziano vendite a 30,9 milioni di euro, inferiori di circa il 17% rispetto ai 37,5 milioni di euro dello stesso periodo del 2015, che era stato particolarmente brillante. In un contesto in cui il Gruppo Sabaf sta mantenendo invariate le sue quote di mercato, il dato negativo è da attribuirsi alla difficile congiuntura economica di alcuni importanti mercati in cui opera il Gruppo, come l'Egitto, il Brasile e la Turchia. Anche nel secondo trimestre le vendite sono attese in flessione rispetto al 2015, sebbene in misura meno marcata del primo trimestre. Nel secondo semestre 2016 il Gruppo si aspetta un incremento delle vendite a seguito dell'aumento delle forniture a primari clienti e ad una possibile ripresa di alcuni mercati. Tuttavia, sulla base dell'andamento sfavorevole della prima parte dell'anno, il Gruppo si attende per l'intero 2016 una modesta flessione delle vendite e della redditività. Tali ipotesi considerano uno scenario macroeconomico non influenzato da eventi imprevedibili. Qualora la situazione economica subisca invece significative variazioni i valori consuntivi potrebbero discostarsi dai dati previsionali. I risultati del Gruppo del primo trimestre saranno approvati e comunicati il prossimo 10 maggio. La Società comunica altresì che sono in corso avanzate trattative volte all'acquisizione della quota di maggioranza di una società italiana di piccole dimensioni attiva nella produzione di componenti per apparecchi di cottura professionali. Con tale operazione, la cui conclusione è prevista entro il prossimo 30 giugno, il Gruppo Sabaf intende avviare un percorso di crescita - anche per linee esterne - in settori complementari caratterizzati da interessanti prospettive di sviluppo e da un'elevata redditività. L'amministratore delegato Alberto Bartoli riferirà le informazioni sopra riportate nel corso dell'assemblea degli azionisti che si riunirà oggi alle ore 10,30 presso la sede sociale di Ospitaletto (Brescia).