Safe Bag, leader mondiale nei servizi di protezione e rintracciamento bagagli per i passeggeri aeroportuali, comunica di aver siglato la lettera di intenti per l'acquisto del 51% di PackandFly Group OU, principale operatore della Federazione Russa, attivo anche in Europa ed Asia, presente in 24 aeroporti con circa 60 punti vendita ed un fatturato di gruppo atteso nel 2017 di 16 milioni di euro.

Il Gruppo PackandFly, fondato nel 2011, è fortemente radicato in Russia con 17 aeroporti (tra cui quelli di Mosca Domodedovsky, Mosca Sheremetyevo e San Pietroburgo) e presente in Lituania con 2 aeroporti, tra cui quello della capitale Vilnius, in Kyrgyzstan con 2 aeroporti, tra cui quello della capitale Bishkek, in Lettonia ed Estonia con, rispettivamente le capitali Riga e Tallinn. Negli ultimi anni ha inoltre avviato una campagna di penetrazione in Asia, acquisendo l'aeroporto di Krabi in Thailandia.

L'operazione e la determinazione del prezzo finale sono subordinati all'esito positivo della due diligence (contabile, legale, fiscale e di business), che verrà avviata nei prossimi giorni e che si prevede di poter portare a termine entro maggio, con l'obiettivo di finalizzare l'operazione entro il prossimo 15 luglio 2018.

"Questo accordo rappresenta l'inizio di una nuova strategia di crescita – dichiara Alessandro Notari, Amministratore Delegato della Safe Bag – che vede Safe Bag diventare il polo aggregante delle più importanti aziende del settore presenti al mondo. L'accordo con i Soci del Gruppo PackandFly nasce dalla condivisione di visioni e prospettive per la creazione di sinergie e valore per entrambi i gruppi. La risultante sarà una Corporation con oltre 5 milioni di clienti, presente in oltre 50 aeroporti, 160 punti vendita in 14 Nazioni e con oltre 650 dipendenti."