La seduta odierna si è conclusa in flessione anche per Saipem che, dopo aver guadagnato due punti e mezzo percentuali ieri, ha ceduto il passo ad alcune prese di profitto, riuscendo a difendersi meglio dell'indice di riferimento. Il titolo ha terminato gli scambi a 4,435 euro, con un ribasso dello 0,89% e oltre 9,5 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 11 milioni di pezzi.

Saipem è finita sotto la lente del mercato oggi sulla scia delle indiscrezioni riportate da Milano Finanza, secondo cui il gruppo sarebbe in lizza per l’aggiudicazione di una gara d’appalto per la costruzione onshore di un nuovo gasdotto strategico per l’esportazione di gas dall’area settentrionale del Kuwait.

Gli analisti di Equita SIM fanno notare che non sono forniti i termini della gara, ma si evidenzia che la stessa è molto competitiva con ben 12 player coinvolti, e che le offerte vincolanti sono attese per il 6 di novembre.
In attesa di novità la SIM milanese mantiene una view positiva su Saipem con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 5 euro.