Tra le blue chips che oggi sono riuscite a chiudere gli scambi in controtendenza rispetto al mercato troviamo Saipem. Il titolo, dopo aver ceduto un punto percentuale, ha risalito la china oggi, muovendosi in direzione opposta agli altri protagonisti del settore oil che hanno risentito dell'inversione di rotta del petrolio, in calo ora verso i 51,5 dollari al barile. Saipem ha terminato gli scambi a 3,773 euro, con un progresso dello 0,83% e oltre 13 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 11 milioni di pezzi.
Saipem ha beneficiato oggi della promozione arrivata da Jp Morgan, i cui analisti hanno migliorato il rating da "neutral" a "overweight", con un prezzo obiettivo rivisto però da 4,9 a 4,7 euro.
La banca americana vede il gruppo italiano ben posizionato per un altro anno di ordini solidi nel 2019, evidenziando che il mercato ha sottovalutato il rilevante successo registrato dal gruppo in termini di contratti nel quarto trimestre dello scorso anno.