Conclusione positiva oggi per Saipem che, dopo aver ceduto un punto e mezzo percentuale ieri, ha ripreso la via dei guadagni.

Il titolo ha terminato le contrattazioni a 3,79 euro, con un rialzo dell'1,04% e volumi di scambio sostenuti, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 10,5 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari poco meno di 8 milioni di pezzi.

Saipem oggi è salito in linea con il Ftse Mib, beneficiando del deciso progresso del petrolio che passa di mano a 53,3 dollari, con un balzo in avanti del 2,4%.

Il titolo non ha risentito così delle indicazioni arrivate da Credit Suisse che da una parte ha ribadito la raccomandazione "underperform" e dall'altra ha tagliato il prezzo obiettivo da 4,1 a 3,9 euro.

Saipem dunque secondo la banca elvetica è destinato a sottoperformare il mercato ed è meglio quindi starne alla larga per ora.

Gli analisti si concentrano sull'appuntamento in agenda il 26 febbraio, quando il gruppo presenterà i conti del quarto trimestre dello corso anno.

Credit Suisse si aspetta una forte crescita dei ricavi, ma le attese sull'Ebitda margin sono più caute di quelle del consensus.

Gli analisti hanno deciso di tagliare di circa il 2% le previsioni sull'Ebitda con riferimento al periodo 2019-2021.