La settimana si è chiusa con il segno meno per Saipem che dopo quattro sedute consecutive in salita, oggi ha ceduto il passo alle vendite. Il titolo, dopo aver guadagnato mezzo punto percentuale ieri, non è riuscito a sintonizzarsi oggi con l'andamento positivo del Ftse Mib, scendendo in controtendenza.

Saipem ha occupato così la penultima posizione nel paniere delle blue chips, fermandosi a 4,824 euro, con un ribasso dell'1,67% e oltre 8 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 9,2 milioni di pezzi.

Non più tardi di ieri Equita SIM ha ribadito la sua strategia bullish su Saipem, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 5,3 euro.

La conferma è arrivata dopo che due giorni fa la società ha reso noto di aver acquisito nuovi contratti, ed estensioni di altri già vigenti, nel Drilling Onshore per un valore complessivo di circa 220 milioni di dollari.

Tali contratti sono relativi a nuove commesse che verranno realizzate in Bolivia e in Arabia Saudita e a estensioni di lavori già in corso in Arabia Saudita, Perù, Marocco e Romania.

Gli analisti di Equita SIM segnalano che i nuovi contratti annunciati due giorni fa rappresentano il 2% della raccolta ordini da loro stimata per l'esercizio 2019.