Buon avvio per Saipem (+2,1% a 2,2930 euro) che si è aggiudicata una commessa del valore di 325 milioni di dollari (265 milioni di euro) per la realizzazione e installazione di un sistema sottomarino al largo delle coste dello stato di Rio de Janeiro nel giacimento di petrolio Buzios, uno dei piu' grandi al mondo in acque profonde. Il committente è Petrobras. Il titolo oggi potrebbe beneficiare della notizia e del nuovo progresso del petrolio, salito stamattina sui massimi dal 23 giugno.

L'analisi del grafico di Saipem mette in evidenza il movimento laterale degli ultimi mesi al di sopra del minimo ultradecennale a 1,7730 euro toccato il 16 marzo. Primi segnali positivi oltre 2,3260 ma solo oltre area 2,49 si creerebbero le premesse per un attacco alle decisive resistenze posizionate tra 2,75 e 2,82: una stabilizzazione oltre questi ultimi riferimenti migliorerebbe nettamente il quadro grafico di medio periodo favorendo estensioni verso 3,60-3,70. Discese sotto 2,18 anticiperebbero invece un test di 2,08-2,10, ultimo supporto utile a scongiurare approfondimenti sugli 1,7730.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)