Comunicato stampa - Il CDA di Salini Impregilo delibera di depositare una nuova offerta per Astaldi alla luce dell'aggiornamento del piano di concordato della società.
L'offerta si inserisce nel quadro del Progetto Italia, l'operazione di consolidamento delsettore delle grandi opere e delle costruzioni.

Milano, 16 luglio 2019 – Progetto Italia, l'operazione di consolidamento del settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni, fa un passo avanti con l'invio delle comfort letters a Salini Impregilo da parte di CDP Equity S.p.A., di Salini Costruttori S.p.A. e degli istituti finanziari interessati, a vario titolo, nel Progetto. Intesa Sanpaolo, UniCredit, SACE, BNP Paribas, Banco BPM, MPS e Illimity (relativamente alla finanza per Astaldi) hanno riaffermato il comune intento di proseguire le negoziazioni in corso per addivenire alla sottoscrizione di accordi vincolanti entro la fine del mese di luglio 2019.
Le comfort letters confermano la condivisione di principio sull'architettura societaria e finanziaria del Progetto, nonché il contenuto della manovra patrimoniale e finanziaria complessiva da cui sono attese le risorse necessarie per l'implementazione del Progetto, che comporta:

l'esecuzione di un aumento del capitale sociale di Salini Impregilo, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ., inscindibile e in denaro, di Euro 600 milioni (l'"Aumento di Capitale"), assistito da un consorzio di garanzia per la parte riservata al mercato di circa Euro 150 milioni;
l'estensione delle scadenze relative al rimborso di taluni finanziamenti concessi da alcuni degli istituti finanziatori a Salini Impregilo;
la concessione a Salini Impregilo, subordinatamente all'ammissione di Astaldi al concordato, di una linea di credito per cassa per massimi Euro 200 milioni finalizzata, tra l'altro, a supportare le esigenze di cassa di Astaldi nel corso del periodo interinale anteriore all'omologa, mediante l'erogazione di finanza interinale prededucibile;