La Commissione Europea ha sanzionato il colosso statunitense dei chip Qualcomm per 242 milioni di euro per abuso di posizione dominante nel settore dei chipset 3G. Qualcomm avrebbe venduto i propri prodotti sottocosto per spingere fuori mercato il concorrente Icera, una pratica illegale sulla base delle norme europee sulla concorrenza.

La Commissaria UE Margrethe Vestager, titolare dell'Antitrust, ha sottolineato: "I chipset baseband sono componenti fondamentali per la connessione a internet dei dispositivi mobili. Qualcomm ha venduto i propri prodotti a un prezzo inferiore a quello di costo a clienti chiave con l'intenzione di eliminare un concorrente. Il comportamento strategico di Qualcomm ha impedito la concorrenza e l'innovazione in questo mercato, eliminato la possibilità di scelta per i consumatori in un settore a forte domanda ed ostacolato l'introduzione potenziale di nuove tecnologie".

(GD - www.ftaonline.com)