Parte la progettazione definitiva per il nuovo tracciato ferroviario che collegherà l'aeroporto Venezia Tessera Marco Polo con Mestre e Trieste e per la nuova stazione Venezia Aeroporto. La progettazione, elaborata da RFI, prevede anche lo Studio di impatto ambientale (SIA) e il Piano di utilizzo delle terre (PUT). Il cronoprogramma è definito dal Protocollo d'intesa sottoscritto oggi a Roma da Enrico Marchi, Presidente di Società Aeroporto di Venezia (SAVE), e Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana.

L'attività di progettazione *è complessivamente finanziata, per *14 milioni di euro, con l'aggiornamento 2015 del Contratto di Programma 2012-2016 parte Investimenti siglato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e RFI.
Il progetto sarà inoltre presentato all'Unione Europea per ottenere il finanziamento Connecting Europe Facility (CEF), il programma annuale che favorisce i collegamenti con gli aeroporti strategici e con maggior traffico.

Il cronoprogramma concordato da Rete Ferroviaria Italiana e SAVE prevede la conclusione della progettazione definitiva entro dicembre 2016, entro il 2017 l'iter approvativo del CIPE e l'avvio della progettazione esecutiva entro il 2018. La conclusione dell'intervento è programmato entro dicembre 2023, mentre l'attivazione commerciale avverrà nel giugno 2024.

Il nuovo collegamento ferroviario, la nuova stazione Venezia Aeroporto e l'interconnessione con la linea Venezia Mestre – Trieste, oltre a dare nuova efficienza all'aeroporto Marco Polo, saranno funzionali per favorire l'integrazione modale treno/aereo, per ottimizzare gli spostamenti a lungo raggio delle persone e per sviluppare il turismo con Venezia e l'area del Triveneto.