Circa 37.000 dipendenti di At&t (pari a poco meno del 14% dell'organico complessivo dell'ex monopolista telefonico Usa) hanno avviato venerdì una tre giorni di sciopero (proseguita nel weekend) dopo che non è stato raggiunto un accordo sul nuovo contratto. I lavoratori, che chiedono aumenti salariali a copertura dei costi sanitari in crescita e sicurezza contro l'outsourcing, appartengono al sindacato Communications Workers of America. At&t aveva chiuso in progresso dello 0,76% la seduta di venerdì al Nyse.

(RR - www.ftaonline.com)