Seagate Technology ha toccato un crollo superiore al 5% in after market (la seduta di lunedì al Nasdaq si era invece chiusa in rialzo dello 0,66%), dopo che il gruppo dello storage con base a Cupertino ha comunicato risultati relativi al secondo trimestre del suo esercizio segnati da profitti netti più che raddoppiati da 159 milioni, pari a 55 centesimi per azione, a 384 milioni, e 1,34 dollari. L'eps si è attestato a 1,41 dollari, a fronte di ricavi in contrazione da 2,91 a 2,72 miliardi. Il consensus di FactSet era invece per 1,27 dollari e 2,71 miliardi rispettivamente.

(RR - www.ftaonline.com)