Seduta di assestamento per il Dax. Il Dax e' sceso giovedi' nella prima parte della seduta a 13577 circa (a testare la media mobile esponenziale a 50 ore) riuscendo poi a risalire al di sopra dei 13700 punti, restando quindi in vista del massimo del 12 febbraio a 13759 punti. I prezzi continuano ad oscillare attorno al lato alto del canale crescente disegnato dai minimi di dicembre 2018, linea passante a 13700 circa, un livello tecnicamente rilevante che ha condizionato con la sua presenza gli ultimi tre mesi circa dell'indice. Una rottura decisa di questa resistenza, con un nuova chisura di seduta oltre 13750, sarebbe la leggere come un segnale di forza valido anche per il medio periodo: al superamento del lato alto di un canale ci si possono attendere movimenti di ampiezza almeno proporzionale a quella del canale stesso, in questo caso quindi con obiettivo in area 15200/250. Se i prezzi dovessero invece scendere al di sotto di area 13550 emergerebbe il dubbio che il rialzo del 12 febbraio sia stato una "bull trap", un falso segnale di forza, al quale potrebbe fare seguito una discesa volta a ricoprire i gap lasciati dall'indice durante il recente uptrend, quello dell'11 febbraio a 13500 circa e quello del 4 febbraio a 13060 circa.

(AM)