Seduta inconcludente per il Ftse Mib future. Il Ftse Mib future si e' mantenuto all'interno dell'intervallo gia' percorso dai prezzi venerdi' disegnando quindi un "inside day", elemento che compare nelle fasi di incertezza. Se da un lato l'accordo Usa Cina ha risollevato le speranze degli operatori dall'altro i dati macro in uscita hanno suggerito prudenza. In particolare a soffire sono stati gli industriali: dopo il rally di venerdi' che ha preceduto l'accordo parziale USA-Cina e con il quale sono stati bloccati i dazi che sarebbero dovuti entrare in vigore il 15 ottobre in avvio di ottava sono prevalse le prese di profitto anche alla luce dei deboli dati macro cinesi (lo scorso mese l'export calcolato in dollari e' calato del 3,2% annuo, a fronte del crollo dell'8,5% per l'import). Solo la fuoriuscita da quell'intervallo, che si estende tra i 22130 ed i 21710 punti, fornirebbe una idea delle intenzioni del mercato. Oltre area 22130 atteso il test dei massimi di settembre e di luglio di area 22260, ultima resistenza prima di una possibile accelerazione al rialzo verso almeno i 23150 punti. Sotto 21900 invece supporto a 21700, base del gap del'11 ottobre. Supporto successivo a 21350 circa, media mobile esponenziale a 50 giorni.

(AM - www.ftaonline.com)