Tutto il comparto dei semiconduttori e' debole, l'indice Sox, il Philadelphia Semiconductor Index, lascia sul terreno il 3,50% circa. Donald Trump ha messo nel mirino ancora una volta Huawey, c'e' il rischio che venga bloccata la fornitura di micropocessori all'azienda cinese. I produttori di chip come Qualcomm (-6%), Micron Technology (-4%) e Texas Instruments (-3,6%) sono sotto pressione. Ovviamente la Cina non sta a guardare, secondo il Pechino Global Times potrebbero essere aggiunte alla lista delle aziende sgradite o ritenute inaffidabili Apple, Cisco e Qualcomm con conseguenti restrizioni. Il momento è delicato anche per STM che è sceso sotto il minimo del 4maggio a 22 euro. Il rischio che sia iniziata una correzione di tutto il rialzointrapreso dai minimi di marzo è elevato, conferme in questo senso verrebberoal di sotto di area 21 euro. Target in quel caso a 19,60, 50% di ritracciamentodel rialzo precedente. Sopra 23,50 invece atteso il ritorno sul top del 30aprile a 25,41, poi resistenza a 27 euro.

(AM - www.ftaonline.com)