Settimana "inside" per il Dax. Il mercato tedesco risente del clima vacanziero e disegna una settimana tutta compresa all'interno della precedente, quando i prezzi si erano mossi tra i 12254 e i 12936 punti. Questo comportamento, di rimanere all'interno dell'intervallo del periodo precedente, puo' essere il frutto di una situazione di attesa di eventi o dati importanti ma anche semplicemente di una mancanza di vitalita' da parte del mercato, che non abbandona la propria "confort zone" e innesta il pilota automatico in particolari periodi dell'anno come quelli tipicamente vacanzieri. Sul grafico dell'indice tedesco e' comunque presente una forte resistenza a 12750 circa, coincidente con il 50% di ritracciamento del ribasso dal massimo del 21 luglio, se quel tappo saltasse diverrebbe probabile il superamento anche del top dell'ottava precedente l'ultima posto a 12936 punti con successivo allungo fino a 13073, lato alto del gap ribassista del 24 luglio. Fino a che le quotazioni resteranno al di sotto di area 12750 non si potra' invece escludere uno scivolamento verso la media mobile esponenziale a 100 giorni, passante a 12100 circa, non distante dal minimo del 25 giugno a 11957. Solo discese anche al di sotto di questo supporto segnalerebbero un preoccupante deterioramento del quadro grafico facendo temere movimenti fino in area 11000 almeno.

(AM - www.ftaonline.com)