In una seduta complessivamente positiva per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha guadagnato l'1,59%), le piazze cinesi vivono una giornata maggiormente contrastata a causa delle tensioni geopolitiche tra Washington e Pechino ma anche dei dubbi sul recente rally di Shanghai. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 perdono l'1,56% e l'1,29% rispettivamente, contro il calo del 2,07% dello Shenzhen Composite. Resta in positivo invece Hong Kong: l'Hang Seng guadagna però appena lo 0,01% (segno opposto per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, deprezzatosi dello 0,14%). In precedenza era stata dello 0,84% la crescita del Kospi di Seoul.

(RR - www.ftaonline.com)