In una seduta contrastata per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha però guadagnato il 2,24%), le piazze cinesi si allineano al clima misto. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 segnano rialzi dell'1,75% e dell'1,62% rispettivamente, contro il netto progresso del 2,60% dello Shenzhen Composite. Male invece Hong Kong: l'Hang Seng perde infatti lo 0,67% (fa meglio l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, deprezzatosi di appena lo 0,07%). In precedenza era stata dello 0,07% la crescita del Kospi di Seoul.

(RR - www.ftaonline.com)