Secondo quanto emerge dalla documentazione regolatoria presentata lunedì presso l'Hong Kong Stock Exchange, Semiconductor Manufacturing International Corporation (Smic, colosso cinese della produzione di chip conto terzi) ha presentato domanda di collocamento anche a Shanghai, con l'obiettivo di raccogliere 20 miliardi di yuan (pari a oltre 2,5 miliardi di euro). Smic, che si era delistata da Wall Street lo scorso anno, punta a debuttare sullo Star Market di Shanghai, piattaforma per le start-up tecnologiche ispirata al Nasdaq. Smic ha chiuso in rialzo dello 0,21% la seduta a Hong Kong, contro il progresso dell'1,37% dell'Hang Seng.

(RR - www.ftaonline.com)