La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Mediaset

Mediaset (-1,71%) preme da alcune settimane contro la trend line che unisce i massimi di agosto, a 3,43 circa, riuscendo per il momento a resistere sopra la linea che sale dai minimi di luglio a 3,32 circa. La tenuta di questo riferimento seguita dalla rottura di 3,43 proietterebbe obiettivi a 3,60 circa. Diversamente si aprirebbe la strada al ritorno sui minimi di luglio a 3,18 euro.

-Target: 3,60 euro
-Negazione: 3,32 euro
-RSI (14): neutrale

Maire Tecnimont

Maire Tecnimont (+0,2%) resta in vista dei massimi pluriennali toccati lunedì a quota 5,195 senza tuttavia riuscire a prolungare il rally. Una stabilizzazione dei prezzi al di sopra dei 5 euro potrebbe comunque favorire il proseguimento del movimento ascendente in direzione di 5,50 circa, lato alto del canale disegnato dal flesso di marzo. Indicazioni di segno contrario invece sotto 4,50, preludio a un affondo in area 4, strategica nel medio breve termine.
-Target: 5,50 euro
-Negazione: 4,50 euro
-RSI (14): neutrale
*
Banca Profilo*

Banca Profilo (+10%) in accelerazione rialzista oltre un ostacolo di lungo termine: il titolo ha infatti rotto la trend line tracciata dai top del 2014 a 0,22 circa, risalendo la china fino ai massimi di inizio anno a 0,2477. Dopo la prolunata fase laterale degli ultimi mesi i prezzi potrebbero dunque tornare a crescere in direzione di obiettivi a 0,285 e 0,30. Ritorno alla debolezza invece nel caso di ritorno sotto 0,22.