La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Buzzi Unicem

Balzo avanti per Buzzi Unicem (+6,09%) che si allontana dalla media mobile a 50 giorni a 21,10 circa spingendosi fino a testare a 22,90 circa la trend line disegnata dai minimi di febbraio 2016 violata lo scorso luglio. Conferme oltre 22,90/23 euro permetterebbero di credere nel ritorno sui massimi annuali a 25,22 euro. Diversamente potremmo assistere a una fase laterale/ribassista verso la media mobile citata.
-Target: 25,22 euro
-Negazione: 21,10 euro
-RSI (14): ipercomprato

*Luxottica
*
Luxottica (-0,52%) resta pericolosamente vicina ai supporti a 47 euro, minimi di agosto allineati a quelli di gennaio, nel tentativo di raccogliere energie fresche per reagire. Solo oltre il massimo dell'11 settembre a 50,15 euro giungerebbe un segnale di forza convincente capace di riportare i prezzi a 52,1 euro e 53,2 circa. La violazione di area 47 proietterebbe invece target negativi a 43 circa.
-Target: 53,2 euro
-Negazione: 47 euro
-RSI (14): neutrale

Gefran

Prende fiato Gefran (-1,99%) dopo il rally che nelle ultime settimane ha ricondotto i prezzi sui massimi di aprile/maggio a 10 euro circa. L'arrivo su questi livelli unito all'ipercomprato presente sugli oscillatori grafici potrebbe dunque favorire una pausa correttiva. Sotto 8/8,10 possibile indebolimento della struttura rialzista di brevissimo termine.