La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

IMMSI

IMMSI (+4,61%) prolunga la reazione allontanandosi dalla ex resistenza a 0,52 circa, linea che scende dai top del 2014, raggiungendo a 0,5935 il livello più alto da oltre 2 anni. Il movimento potrebbe proseguire fino a 0,63/0,64, picco di luglio 2015. Nella direzione opposta indicazioni negative giungerebbero solamente nel caso di flessioni sotto 0,51.
-Target: 0,63 euro
-Negazione: 0,51 euro
-RSI (14): ipercomprato

Fincantieri

Fincantieri (+4,62%) resta in prossimità dei top di luglio a 1,10 euro. In caso di vittoria anche su questo ostacolo lecito credere nel proseguimento del movimento ascendente verso obiettivi a 1,20 circa. Discese sotto 1 euro farebbero invece ripiombare i prezzi in area 0,93 a contatto con la linea che sale dai minimi dello scorso dicembre, elemento che se violato farebbe temere l'avvio di una fase correttiva estesa.
-Target: 1,20 euro
-Negazione: 0,93 euro
-RSI (14): neutrale

Saras

Saras (+2,71%) rompe al rialzo il banner correttivo disegnato dai massimi di inizio mese, a 2,11 circa, riattivando il movimento ascendente partito ad agosto. Atteso ora il test a 2,25 circa della linea che unisce i massimi estivi, in transito a 2,25 circa. Nella direzione opposta il ritorno sotto i 2 euro indebolirebbe la struttura rialzista di breve anticipando il ritorno sui supporti a 1,88.