La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Azimut

Azimut Holding (+0,47%) si muove lateralmente sotto la media mobile a 50 giorni, linea praticamente orizzontale in transito a 14,10 euro circa. Il superamento di questo limite permetterebbe al titolo di riaffacciarsi sui massimi di agosto a 14,60/14,70, ostacolo tenace oltre il quale giungerebbero nuovi segnali positivi per area 15,10, base del gap del 21 maggio. Sotto area 13, minimi di metà luglio, rischio di deterioramento del quadro grafico per supporti a 12,43, minimi dell'estate 2016.
-Target: 16 euro
-Negazione: 13,64 euro
-RSI (14): neutrale
*
Mondo TV*

Mondo TV (+7,02%) tenta di reagire alle pressioni ribassiste e torna sopra la media mobile a 50 giorni, passante da 3,98 euro. La stabilizzazione al di sopra di 4,15 euro lascerebbe spazio a movimenti al rialzo verso 4,73, linea che unisce i massimi di maggio, giugno e luglio. Veri e propri sviluppi positivi sono da attendersi solo oltre questo riferimento. Indicazioni di segno contrario giungerebbero invece sotto 3,77 euro, per i supporti a 3,40 circa, minimi di luglio e livello più basso dall'estate del 2016.
-Target: 4,73 euro
-Negazione: 3,77 euro
-RSI (14): neutrale
*
Tenaris*

Tenaris (+0,63%) rimbalza dopo aver ricoperto il gap rialzista del 19 febbraio a 13,185. La reazione tuttavia stenta a decollare e i prezzi si mantengono nell'ombra della candela disegnata il 6 settembre, un "hammer" con base a 13,185 euro. Oltre 13,90 euro il titolo dovrà riconquistare quota 14,60 per ambire ad una ripresa più duratura. Sotto 13,185 via libera invece verso quota 12,70.