La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Reply

Reply (+1,26%) dovrà stabilizzarsi al di sopra di area 50 per dimostrare forza e rivedere i top dello scorso autunno a 61,30 euro. Segnali i questo senso giungerebbero oltre area 54. L'incapacità di salire sopra area 50 rischia invece di alimentare i dubbi sulle capacità di ripresa e potrebbe anticipare un nuovo test dei minimi di inizio anno a 42,20 euro.
-Target: 63,10 euro
-Negazione: 47,50 euro
-RSI (14): neutrale

*Finecobank *

FinecoBank (+3,44%) reagisce alla debolezza delle ultime settimane sfruttando il sostegno offerto a 9,50 circa dalla media mobile esponenziale a 50 giorni. Servirà la rottura di area 10 crescita dei prezzi. Sarà necessaria la rottura di quota 10,10 per ripristinare il trend rialzista verso 10,85 euro poi fino a 11,40 euro. Nuovi segnali di debolezza giungerebbero invece sotto area 9,20, per supporti a 8,60 circa.
-Target: 11,40 euro
-Negazione: 9,20 euro
-RSI (14): neutrale

IMMSI

IMMSI (+4,35%) prolunga la reazione avviata dai supporti in area 0,38 oltre 0,4780 circa, resistenza che a gennaio aveva fermato la ripresa e punto di passaggio della media mobile a 200 giorni. Una stabilizzazione oltre quest'area creerebbe le premesse per una inversione del trend ribassista di fondo per obiettivi in area 0,55. Al contrario, discese sotto 0,38 riporterebbero i corsi in area 0,36.