La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*
Brembo*

Brembo (+3,65%) si spinge oltre un ostacolo critico a 11,20, confermando l'impostazione rialzista in atto da inizio anno. Il titolo tocca il limite superiore del canale disegnato dal minimo di gennaio a 11,65 euro circa, puntando verso il target successivo in area 12, target del doppio minimo con base a 8,80 euro completato il 20 febbraio. Sotto 10,83 invece rischio di ritorno a 10,48, media mobile a 50 giorni, poi supporto a 10,20 euro circa, base del citato canale.
-Target: 12 euro
-Negazione: 10,20 euro
-RSI (14): neutrale

BPER Banca

Prova di forza per BPER Banca (+2,64%) al test della linea che scende dal top di maggio, a 3,95 circa. Una vittoria su questo riferimento aprirebbe la via verso obiettivi a 4,30, 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del ribasso dal top di maggio, poi a 4,45, massimo di settembre. Nel breve termine, invece, discese sotto 3,80 condurrebbero il titolo al test della media mobile a 50 giorni, a 3,60 circa, poi supporto a 3,49, minimo dell'8 marzo.
-Target: 4,30 euro
-Negazione: 3,80 euro
-RSI (14): ipercomprato

Safe Bag

Safe Bag (+5,57%) scatta in avanti lasciandosi alle spalle due ostacoli presenti tra area 4,30 e 4,60 euro. Il titolo è prossimo al target a 4,83 circa, massimo di novembre e quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso in atto da fine 2017. Ostacolo successivo a 5,10. Segnali di debolezza invece in caso di ritorno sotto quota 4,49, preludio a un affondo in area 4.