La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Amplifon

Amplifon (-1,57%) prende fiato dopo lo sprint che ieri ha condotto i prezzi al test del lato superiore del cnale che contiene il rialzo dai minimi di fine 2018, a 19,70 circa. La permanenza sopra 18 euro permetterà di conservare la solidità della struttura rialzista. Sotto questo riferimento invece spazio per un affondo verso 17,20, base del citato canale. Nuovi segnali di forza oltre 19,70 per obiettivi a 20,70 euro, record dello scorso settembre.
-Target: 26 euro
-Negazione: 19,70 euro
-RSI (14): neutrale

*Piaggio
*
Piaggio (-1,29%) cancella i progressi realizzati a inizio maggio avvicinandosi alla media mobile a 50 sedute, passante da 2,37 euro circa. Flessioni fino a questo riferimento sono ancora compatibili con uno scenario rialzista. Diversamente si aprirebbero spazi di discesa verso almeno 2,25, per un test della trend line che sale da dicembre e quota pari al 50% di ritracciamento del rialzo calcolato da tali minimi. Sviluppi positivi invece oltre 2,78 per target a 2,86, top di fine 2017.
-Target: 2,86 euro
-Negazione: 2,25 euro
-RSI (14): neutrale

Dea Capital

Dea Capital (-1,60%) si muove lateralmente dopo il test dall'alto del top dello scorso maggio a 1,478 euro. La permanenza sopra questo riferimento permetterebbe al titolo di raccogliere nuove forze per risalire la china verso i massimi pluriennali toccati a inizio mese a 1,564 euro. Ulteriori conferme positive oltre questa soglia per 1,61 almeno. Diversamente, alla violazione di 1,46/1,47 euro si aprirebbe uno scenario correttivo verso area 1,40/1,42 almeno.