La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Salini Impregilo

Salini Impregilo (+1,48%) rimbalza dopo aver messo sotto assedio il supporto orizzontale a 1,75 circa. Il titolo dovrà tuttavia lasciarsi alle spalle la media mobile a 100 giorni, passante da 1,88 circa, per tornare a crescere oltre i 2 euro e verso i top di aprile a 2,35 euro circa. Sotto 1,75 resterebbe solo il supporto a 1,64, minimi di maggio, a contenere le pressioni negative che potrebbero ricondurre le quotazioni in area 1,40 circa ed eventualmente sui minimi di fine 2018 a 1,204.
-Target: 2,35 euro
-Negazione: 1,75 euro
-RSI (14): neutrale

Recordati

Recordati (+1,33%) in attesa di spunti grafici. Il titolo si muove da circa tre mesi per vie laterali sotto area 38. Servirà la rottura decisa di questo limite per rilanciare l'uptrend verso obiettivi a 38,90/39, massimi segnati a cavallo tra il 2017 e il 2018. Nella direzione opposta il perentorio ritorno sotto 35,10 circa costringerebbe invece i corsi a ripiegare in area 32,80, supporto critico in ottica temporale più estesa.
-Target: 39 euro
-Negazione: 35,10 euro
-RSI (14): neutrale

Mediaset

Mediaset (-1,03%) ha fallito ancora una volta il ritorno sopra quota 3. Solo oltre questo ostacolo verrebbero infatti inviati segnali in favore di un rimbalzo più corposo. Conferme al di sopra di quota 3,15 spianerebbero poi la strada agli ostacoli a 3,40 circa. Discese sotto 2,78 preluderebbero invece al ritorno in area 2,55/2,57, base del canale che sale dai minimi di fine 2018.