La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*
Molmed*

Molmed (+4,90%) fatica a recuperare terreno dopo l'affondo di fine giugno, ripercorrendo a ritroso la candela del 28/6. La tenuta di area 0,3160 lascia ancora aperta una speranza di ripresa ma solo oltre 0,3720 lo scenario migliorerebbe, preludendo alla ricopertura del gap lasciato aperto a 0,3985. Sviluppi positivi giungerebbero poi oltre 0,40. Sotto 0,3160 via libera verso 0,2760 euro circa.
-Target: 0,40 euro
-Negazione: 0,3160 euro
-RSI (14): neutrale

Banca Mps

Rialzo monstre per Monte Paschi (+17,55%) che supera con un balzo area 1,19/1,20, minimi di inizio anno, e la media mobile a 100 giorni, a 1,24 circa, due ostacoli critici nel breve termine. Il titolo ha raggiunto in chiusura di seduta quota 1,41, prossimo alla ricopertura del gap lasciato aperto il 14 gennaio a 1,498. Indicazioni durature di ripresa giungerebbero però solo oltre 1,50 euro per target a 1,764, sui massimi di dicembre, e più in alto verso quota 2. Sotto 1,04 aumenterebbe invece il rischio di violazione dei recenti bottom a 0,98 euro.

-Target: 1,50 euro
-Negazione: 1,04 euro
-RSI (14): ipercomprato

Digitouch

Digitouch (+17,14%) balza con decisione in avanti e supera, con gap rialzista, i massimi allineati di marzo e maggio a 1,50 circa, creando i presupposti per un recupero in direzione di 1,745 e 1,95 circa dove troviamo il massimo di gennaio 2018. Il ritorno sotto area 1,50 cancellerebbe invece i recenti segnali di forza alimentando cali verso 1,37 almeno.