La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

OVS

OVS (-0,82%) fatica a rimbalzare dopo l'affondo delle ultime sedute che ha riportato i prezzi sui livelli di agosto a 1,58 circa. Lo scenario grafico resta tuttavia invariato e conferma la lateralità in atto dai massimi di aprile, in un range compreso attualmente tra 1,52 e 1,84 circa. Solo il debordo da uno dei due lati potrà fornire indicazioni sulla direzione da prendere: al rialzo verso target a 2 euro circa, al ribasso verso 1,41 almeno.

-Target: 2 euro
-Negazione: 1,52 euro
-RSI (14): neutrale

RCS Mediagroup

RCS Mediagroup (-0,68%) prova ad allontanarsi dal supporto dinamico definito a 0,88 dalla linea che sale dai minimi di agosto, una linea lievemente inclinata al rialzo. L'incapacità di superare in area 0,94 la media mobile a 100 giorni rischia tuttavia di far saltare questo supporto riattivando la tendenza ribassista di fondo verso almeno area 0,80, minimi di agosto. Oltre 0,94 il titolo potrebbe tentare di risalire la china verso un altro ostacolo tenace a 0,99/1 euro, decisivo da superare per assistere a un recupero duraturo verso 1,08/1,10.
-Target: 1,08 euro
-Negazione: 0,88 euro
-RSI (14): neutrale

Banca Mps

Monte Paschi (+2,73%) rimbalza con decisione dopo aver avvicinato i supporti orizzontali presenti in area 1,43, dove transita la media mobile a 100 sedute. La tenuta di questo riferimento dovrà essere seguita dalla rottura dei primissimi ostacoli in area 1,56 per favorire un nuovo confronto con la resistenza in area 1,75/1,76, massimi di luglio allineati a quelli di dicembre. Indicazioni durature di ripresa giungerebbero in caso di superamento di questo limite per obiettivi a quota 2. Sotto 1,43 rischio di rivisitazione dei minimi di agosto a 1,18.