La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*
Juventus*

Avvio di ottava positivo per Juventus (+1,19%), ma il quadro grafico resta incerto dopo la violazione a 1,38 circa della trend line che accompagnava il rialzo da ottobre 2018. Solo il ritorno in pianta stabile sopra 1,43/1,44 permetterebbe di allentare le tensioni ribassiste favorendo un allungo verso area 1,60. Sviluppi positivi oltre 1,66, linea che scende dai record di un anno fa. Indicazioni di segno contrario nel caso di cedimento definitivo di area 1,25, per target negativi a 1,18 circa.
-Target: 1,66 euro
-Negazione: 1,25 euro
-RSI (14): neutrale
*
D'Amico*

D'Amico (+13,04%) in allungo verso un ostacolo determinante. Il titolo si è riaffacciato sulla media mobile a 100 giorni, a 0,0943 in attesa di spunti per superarla: solo oltre questo riferimento verrebbero gettate le basi per una reazione convincente per target a 0,1044 0,1147, base dell'ampio gap lasciato aperto l'11 febbraio. Sotto 0,089 il titolo riprenderebbe la via del ribasso verso i minimi di marzo a 0,834.
-Target: 0,1147 euro
-Negazione: 0,089 euro
-RSI (14): neutrale

Amplifon

Amplifon (+3,73%) rimbalza dal supporto dinamico offerto a 21,30 euro dalla neck line di un testa e spalle ribassista in formazione dal top di inizio agosto, coincidente con la media mobile a 100 giorni. La tenuta di questi riferimenti permetterebbe di scongiurare il completamento della figura favorendo una nuova reazione verso 23,20 ed eventualmente fino ai massimi storici a 24,26 euro. Sotto 21,30 via libera invece verso area 20, poi fino a quota 18.