La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

*Prysmian
*
La reazione che Prysmian (+2,91%) ha avviato da area 13 non prende slancio. Con il ritorno sopra area 17,70 le quotazioni potrebbero riavvicinarsi alla media mobile a 50 giorni, passante da 19,90 circa, ricoprendo a 19,62 euro il gap lasciato aperto il 6 marzo. La violazione definitiva di area 14,60 comporterebbe discese anche sotto area 13 per target negativi a 10,80/11.
-Target: 19,62 euro
-Negazione: 13 euro
-RSI (14): neutrale

OVS

Rimbalza OVS (+12,61%) dopo il tonfo di lunedì che ha spinto i prezzi su nuovi record a 0,5990 sotto i minimi di fine 2018 a 0,6510, sfruttando l'ipervenduto i cui erano sconfinati i principali oscillatori grafici. Primi segnali di ripresa giungerebbero oltre quota 1 per target a 1,117 (lato alto del gap del 9 marzo). Il cedimento definitivo di 0,60 euro spianerebbe la strada verso 0,50 almeno.
-Target: 1,117 euro
-Negazione: 0,60 euro
-RSI (14): ipervenduto

Retelit

Retelit (+4,88%) ha avvicinato con i minimi di questa settimana a 1,073 euro quelli del 2017 a 1,047 circa, salvo poi reagire energicamente fino a 1,30 circa. Il ritorno sopra 1,35 getterebbe le basi per una estensione della reazione verso 1,46/1,50, per il test della media mobile a50 giorni e della linea che scende dai massimi dello scorso novembre. Pericolo di violazione dei recenti minimi nel caso di discese sotto area 1,25.
-Target: 1,50 euro
-Negazione: 1,073 euro
-RSI (14): neutrale

*Pirelli *

Pirelli (+7,8%) fa ritorno sopra area 3,50, limite inferiore del canale ribassista disegnato dai massimi di agosto 2018, dopo essere sceso fino a 3,039 euro. Senza uno slancio oltre i 4 euro il titolo potrebbe riprendere la via del ribasso anche sotto i 3 euro.
-Target: 4 euro
-Negazione: 3 euro
-RSI (14): neutrale

*Salini Impregilo
*
Salini Impregilo (+8,67%) rimbalza dai minimi storici a 0,65 euro, reagendo al forte ipervenduto presente sui principali oscillatori grafici. Movimenti fino a quota 1 serviranno a stemperare la condizione di eccesso negativa ma solo oltre questo riferimento sarà possibile assistere a un miglioramento verso 1,20 circa, ex supporto definito dai minimi di fine 2018.
-Target: 1,20 euro
-Negazione: 0,65 euro
-RSI (14): ipervenduto

(CC - www.ftaonline.com)