La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Campari

Campari (-2,11%) resta in vista dei primi supporti a 6,70 circa, supporto determinante che dovrà rimanere intatto per scongiurare un'accelerazione ribassista verso 6,11. La tenuta di area 6,70 dovrà tuttavia essere seguita dalla rottura di area 7,34 per credere in un miglioramento verso target a 7,75 e area 8.

  • Target: 7,75 euro
  • Negazione: 6,10 euro
  • RSI (14): neutrale

Autogrill

Autogrill (+3,23%) tenta di riavvicinarsi al lato superiore del banner disegnato dai top di aprile, a 4,44/4,46, oltre il quale potrebbe ambire al test a 4,85 della media mobile a 50 giorni. Sviluppi positivi giungerebbero al di sopra di questo limite, per obiettivi 5,90/6 per la chiusura del gap del 9 marzo. Il mancato superamento di area 5 potrebbe invece comportare un nuovo dietro front verso 3,14 euro.

  • Target: 5,90 euro
  • Negazione: 3,80 euro
  • RSI (14): neutrale

Eurotech

Eurotech (+0,45%) ha dimezzato il progresso realizzato da marzo insinuando il rischio di una rivisitazione di tali minimi a 4,08 circa. Indicazioni in questo senso giungerebbero sotto 5,05 euro. Una stabilizzazione al di sopra dei 6 euro potrebbe invece favorire un allungo verso quota 6,90/7, trend line che sende dai top dello scorso autunno.

  • Target: 7,33 euro
  • Negazione: 6 euro
  • RSI (14): neutrale

Nexi

Nexi (+7,68%) si allontana con veemenza dai supporti a 13,50 euro e tenta di superarei massimi del 12 maggio a 14,65 euro. Conferme in tal senso offrirebbero lo spunto per estendere la reazione partita a marzo fino a 15,91, per la ricopertura del gap ribassista del 24 febbraio. Resistenza successiva a 16,91. Sotto area 13,50 resterebbe solo la media esponenziale a 50 giorni, a 13,32 circa, a scongiurare discese fino a quota 12,60.

  • Target: 15,91 euro
  • Negazione: 13,50 euro
  • RSI (14): neutrale

D'Amico

D'Amico (+4,79%) reagisce con decisione dopo la violazione a 0,10 della media mobile a 50 giorni, riportandosi al di sopra della stessa. Sarà tuttavia necessario uno sforzo ulteriore da parte dei prezzi per dimostrare le intenzioni di crescita. Oltre 0,1140 atteso il test a 0,1230 della trend line che scende dai top di gennaio. Segnali negativi giungerebbero invece sotto 0,87.

  • Target: 0,1140 euro
  • Negazione: 0,87 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)