La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Netweek

Situazione ingessata per Netweek (-0,2%) che dovrà allontanarsi con decisione dalla linea che sale da marzo, a 0,09 circa per affacciarsi nuovamente sugli ostacoli critici a 0,1190, massimi degli ultimi tre mesi. Sviluppi positivi nel medio termine oltre questo riferimenti. Diversamente sotto 0,09 rischio di affondo sui minimi di marzo a 0,075 circa.

  • Target: 0,1190 euro
  • Negazione: 0,09 euro
  • RSI (14): neutrale

ERG

ERG (+2,92%) tenta di estendere la reazione avviata la scorsa ottava dopo il test della linea che sale da marzo, a 18,34 circa. Sviluppi positivi giungerebbero al superamento del picco di inizio giugno a 20,02 euro, preludio alla ricopertura del gap lasciato aperto il 9 marzo a 20,70 euro. Discese sotto area 18,40 alimenterebbero i timori di nuovi cali verso supporti critici a 17,63 euro.

  • Target: 20,02 euro
  • Negazione: 18,40 euro
  • RSI (14): neutrale

Banca Popolare Sondrio

Banca Popolare Sondrio (+7,38%) ha disegnato tra marzo e maggio un potenziale doppio minimo con base a 1,19 euro. Il titolo sta cercando di avere la meglio sull'ostacolo a 1,67/1,70, oltre il quale la figura verrebbe completata per target a 2,25 euro. Al contrario, il ritorno perentorio sotto 1,46/1,50 insinuerebbe nuovi dubbi sulla capacità di ripresa del titolo, prospettando il ritorno in area 1,20.

  • Target: 2 euro
  • Negazione: 1,50 euro
  • RSI (14): neutrale

Mediaset

Mediaset (-1,26%) si muove in un range sempre più stretto. Nelle ultime settimane il titolo si è mosso tra 1,523 e 1,614 euro, senza riuscire a inviare segnali direzionali. Oltre 1,614 via libera verso 1,77, linea che scende dai top di aprile e ostacolo decisivo oltre il quale sarebbe lecito attendere un deciso miglioramento del quadro grafico di fondo. Sotto 1,523 resterebbe invece solo area 1,41 a scongiurare un nuovo test dei minimi di marzo a 1,35 euro circa.

  • Target: 1,77 euro
  • Negazione: 1,523 euro
  • RSI (14): neutrale

Piaggio

Piaggio (+2,14%) ha interrotto a inizio giugno il rialzo intrapreso a marzo. I prezzi dovranno superare area 2,40 per inviare segnali di forza in grado di riattivare il movimento rialzista per target a 2,63 almeno. Segnali di debolezza invece sotto quota 2/2,05 per supporti a 1,83 poi a 1,65 circa.

  • Target: 2,40 euro
  • Negazione: 2 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)