La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Anima Holding

Anima Holding (+2,63%) conserva intatta la struttura rialzista di breve termine, reagendo ancora una volta al test della linea che sale dai minimi di marzo a 3,75 circa. Per riattivare la corsa degli ultimi mesi i prezzi dovranno comunque superare il picco di giugno a 4,43 circa e avviare la ricopertura del gap lasciato aperto il 24 febbraio a 4,91 euro. Sotto area 3,75 il movimento perderebbe slancio anticipando cali verso area 3,50.

  • Target: 4,91 euro
  • Negazione: 3,75 euro
  • RSI (14): neutrale

Marr

Marr (+0,15%), la reazione non decolla. Il rimbalzo partito a maggio da 10,90 euro si è arenato a ridosso della media mobile a 50 giorni, passante da area 13. Solo un allontanamento deciso da questi livelli permetterebbe di guardare con maggior ottimismo al futuro: sopra 16,62, picco di metà marzo, via libera verso verso almeno 19 euro. Sotto 12,60/12,65 invece rischio di ritorno sui minimi di maggio a 11,20.

  • Target: 19 euro
  • Negazione: 12,60 euro
  • RSI (14): neutrale

Landi Renzo

Balzo avanti per Landi Renzo (+6,09%) che riconosce un solido supporto in area 0,62 e rimbalza con decisione. Oltre il top di giugno a 0,816 possibile un netto miglioramento per target a 0,86 circa, trend line che scende dai record del 2017. Negativo invece il ritorno sotto la 0,62 preludio a un affondo verso area 0,50.

  • Target: 0,86 euro
  • Negazione: 0,62 euro
  • RSI (14): neutrale

WIIT

La pausa correttiva che WIIT (-1,52%) ha avviato dai record di giugno sembra propedutica a successivi rialzi. Oltre 138 euro via libera al test a 145 del lato superiore del canale che sale da marzo. Discese sotto 127,5 farebbero invece temere una estensione della flessione verso la base del canale, a 115 circa.

  • Target: 145 euro
  • Negazione: 115 euro
  • RSI (14): neutrale

Piaggio

Slancio rialzista per Piaggio (+4,19%) che sfrutta il supporto orizzontale a 2,10 circa, dove transita anche la media mobile a 50 giorni, per lanciarsi all'attacco della resistenza a 2,30 circa, trend line che scende dai massimi dello scorso novembre. Nel caso di vittoria su questo riferimento il titolo potrebbe riattivare il movimento rialzista in essere da aprile verso target a 2,63 almeno. Segnali di debolezza invece sotto quota 2/2,05 per supporti a 1,83 poi a 1,65 circa.

  • Target: 2,63 euro
  • Negazione: 2 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)